Skip to content

Disposizioni Generali

I termini e le condizioni qui di seguito indicati  (le “Condizioni Generali  di  Vendita”)  formano parte   integrante   dei   contratti conclusi tra il  Venditore e l’Acquirente per la fornitura dei  prodotti del Venditore. Le   Condizioni   Generali   di   Vendita   si   applicano a   tutte   le transazioni   concluse   tra   il   Venditore e  l’Acquirente  senza   la necessità che vi sia un espresso richiamo alle stesse o uno specifico accordo  in  tal  senso  alla  conclusione  di  ogni singola  transazione. Qualsiasi   condizione   o termine   differente   trova   applicazione soltanto se confermato per iscritto da parte del Venditore. In tal caso questa condizione si applicherà solo all’ordinativo allegato al presente contratto e non avrà alcun valore per gli ordinativi futuri Qualsiasi condizione contraria stipulata dal Acquirente sarà considerata nulla se non accettata esplicitamente e per iscritto dal Venditore. Il Venditore  si  riserva  il  diritto  di  modificare, integrare  o  variare le   Condizioni Generali   di Vendita,   allegando   tali   variazioni   alle offerte ovvero  a  qualsivoglia  corrispondenza  inviata per  iscritto all’Acquirente.

Art. 1 Ordini e offerte.

1.1 Le offerte del Venditore non sono da considerarsi vincolanti, in particolare con riferimento alle quantità,  ai  prezzi e  ai  termini di consegna.

1.2 Gli ordini effettuati dall’Acquirente non s’intendono accettati finché non siano stati confermati per iscritto da parte del Venditore che li valuta a sua completa discrezione.

1.3 Gli ordini e/o le modifiche  di  ordini  effettuati verbalmente  o telefonicamente  devono  essere    confermati  per  iscritto  da  parte dell’Acquirente a mezzo mail, fax o Pec.  In caso contrario il Venditore non si assume alcuna responsabilità    con    riguardo    a    eventuali errori    o    possibili fraintendimenti e/o ritardi

  • Gli ordini sono effettuati sul tipo di campione visionato dall’Acquirente.

1.5 I termini di pagamento decorreranno dalla data di conferma dell’ordine secondo le modalità indicate.

Art. 2 Termini di consegna

2.1 Se  non  diversamente  concordato  per  iscritto, qualsiasi  termine di consegna indicato non è vincolante per il Venditore. Salvo diverso accordo  tra  le parti,  il  termine  di  consegna indicativo  è  quello precisato nella conferma d’ordine. Il Venditore non assumerà alcuna responsabilità per ogni eventuale ritardo della consegna dovuto a causa o fatto dello spedizioniere/vettore e/o a cause di forza maggiore intervenute successivamente alla consegna della merce al vettore/spedizioniere o comunque per cause non dipendenti dal Venditore; sono ivi  inclusi,  a titolo esemplificativo e non esaustivo senza alcuna  limitazione,  scioperi, serrate,  disposizioni della pubblica amministrazione, successivi blocchi delle possibilità di esportazione  o  importazione, ritardi nella consegna di materie prime o ausiliarie,  in considerazione della  loro  durata  e della  loro portata che liberano il Venditore dall’obbligo di rispettare qualsiasi termine di consegna pattuito, senza che l’Acquirente possa pretendere il risarcimento del danno. Il Venditore si riserva la possibilità di effettuare consegne parziali.

2.2 L’Acquirente perde il diritto di invocare il ritardo della consegna se non provvede ad una tempestiva contestazione per iscritto entro 3 giorni dal ricevimento dei beni o se apre anche soltanto parte del loro imballaggio.

3 Dovere di Ispezione, accettazione dei Prodotti e reclami

3.1 Al  momento  della  presa  in  consegna  dei Prodotti, l’Acquirente dovrà immediatamente:

  1. a) verificare le quantità e l’imballaggio dei Prodotti e  registrare qualsiasi obiezione nella nota di consegna;
  2. b) effettuare un controllo di  conformità  dei Prodotti  rispetto  a quanto  indicato  nella  conferma  d’ordine; c) registrare  qualsiasi  difformità nella nota di consegna;

3.2 Nel  caso  di  denuncia di vizi l’Acquirente deve procedere come di seguito previsto

(a) comunicazione entro e non oltre 3 (tre) giorni  lavorativi,  a partire  dalla  presa  in  consegna  dei Prodotti  da parte dell’Acquirente. Nel caso in cui la contestazione sia relativa ad un vizio  che,  nonostante l’ispezione iniziale, sia  rimasto celato,  la contestazione  deve essere  effettuata  al  più  presto  entro  la fine del giorno lavorativo in cui il vizio sia stato  scoperto e, in ogni caso, non più tardi di  7 giorni lavorativi dalla presa in consegna dei Prodotti; b) la  comunicazione  dettagliata  deve  essere inoltrata  in  forma scritta   al   Venditore   entro   i   termini   sopra   indicati.   Qualsiasi comunicazione effettuata telefonicamente non viene accettata; c) la  comunicazione  deve  chiaramente specificare  la  tipologia  e l’ammontare dei vizi addotti; (d) l’Acquirente  acconsente  a  mettere  a disposizione  i  Prodotti contestati    perché vengano    ispezionati;    tale    ispezione    verrà  effettuata dal Venditore o da un perito nominato dal Venditore.

3.3 L’Acquirente perde il diritto di reclamo nel caso in cui non gli sia possibile restituire la merce nello stato in cui l’aveva ricevuta.

3.4 Divergenze minime nel colore o nella qualità, nonché modifiche dovute a motivi tecnici rientrano nella conformità contrattuale e non potranno costituire causa di contestazione della merce e/o risoluzione del contratto. Qualsiasi prodotto per il  quale  non  sia  stata sollevata  alcuna contestazione conformemente alle procedure e ai termini qui sopra indicati viene considerato approvato e accettato dall’Acquirente.

3.5 In caso di difetti il Venditore si riserva il diritto di consegnare la relativa quantità di beni conformi o riparare i difetti dei beni consegnati.

3.6 L’Acquirente decade dal diritto all’azione, per qualsivoglia inadempimento contrattuale del Venditore se non procede entro un anno dalla consegna dei beni o dalla data in cui essi dovevano essere consegnati.

3.7 I reclami e le contestazioni non danno diritto all’Acquirente di sospendere o ritardare i pagamenti per i prodotti oggetto di contestazione, né per quelli relativi ad altre forniture.

Art. 4 Reso autorizzato

4.1 Il Venditore non è obbligato ad accettare resi dei prodotti, salvo che sia stato espressamente pattuito per  iscritto.

4.2 Ogni reso di beni, previa autorizzazione scritta del Venditore, deve avvenire presso lo stabilimento del Venditore, sito in Via Trani, 107 – 76121 Barletta (BT) – Italia. Non si accettano ritorni di merce non autorizzati. In caso di restituzione, il costo di trasporto della merce è a carico dell’Acquirente.

Art. 5 Spedizione

5.1 La merce viaggia a rischio e pericolo dell’Acquirente a prescindere da quanto stabilito dagli Incoterms 2020 concordati nell’ordinativo o successivamente ad esso.

Art. 6 Prezzi

6.1 I  prezzi  dei  Prodotti  non  sono  comprensivi  di tasse,    imposte,    spedizione,    assicurazione.

6.2 I prezzi saranno soggetti a revisione nei casi in cui:

- dovessero variare gli importi delle tasse doganali;

- vi fosse un rincaro di materie prime superiore al 10%;

 

Art. 7 Pagamenti

7.1 In mancanza di un accordo circa il termine di pagamento le fatture sono pagabili, secondo il principio di simultaneità, al momento della consegna.

7.2 I pagamenti devono essere effettuati presso la sede del Venditore, anche nel caso di pagamenti non in contanti.

7.3 Nel caso in cui l’Acquirente non effettui il pagamento nei termini e  secondo  le  modalità indicate  dal  Venditore,    il    Venditore    ha    il    diritto,    a    propria discrezione, di  sospendere  o  di  cancellare ulteriori  consegne  e  di dichiarare qualsiasi  pretesa derivante dal rapporto d’affari come  immediatamente   esigibile.   Inoltre   il   Venditore può   in   tali   casi richiedere anticipi sui  pagamenti o un deposito in garanzia.  L’Acquirente  non ha    alcun    diritto    di    effettuare alcuna compensazione, trattenuta o riduzione tranne che nel caso in cui la propria    domanda in    tal    senso    sia    stata    definitivamente    e giudizialmente accolta, o autorizzata.

7.4 Lo stato di mora subentra senza diffida il giorno successivo alla data di scadenza del pagamento.

7.5 In  aggiunta  agli  altri  rimedi  consentiti  dalla    legge  applicabile  o dalle  presenti  Condizioni Generali  di  Vendita,  il  Venditore  si  riserva il  diritto  di  applicare  interessi  di  mora  sui  ritardati pagamenti  a decorrere  dalla  data  in  cui  sia maturato  il  diritto  al  pagamento, calcolati   al tasso   ufficiale   di   riferimento   della  Banca  Centrale Europea aumentato di 7 (sette) punti.

Art. 8 Clausola risolutiva espressa

8.1 L’inosservanza dei termini di pagamento dà diritto al Venditore di risolvere di diritto il contratto ex art. 1456 del codice civile dandone comunicazione scritta al Acquirente a mezzo di lettera raccomandata A/R, salvo, in ogni caso, il diritto del Venditore di trattenere quanto ricevuto dal Acquirente a titolo di indennizzo per il danno subito, salve ed impregiudicate ulteriori azioni per il risarcimento del danno; di sospendere ogni evasione di ordini o residui d’ordini in corso; di addebitare all’Acquirente (senza pregiudizio di altre azioni) a partire dal giorno della loro scadenza, gli interessi di mora previsti per legge e, ove previsto, gli interessi di mora corrispondenti al tasso determinato in misura pari al saggio di interesse del principale strumento di rifinanziamento della Banca Centrale Europea, maggiorato di sette punti percentuali, senza necessità di formale costituzione in mora del Acquirente.

Art. 9 Diritto di recesso

9.1 Il Venditore si riserva la facoltà di recedere dal contratto nel caso in cui, dopo la conferma dell’ordine, gli pervengano informazioni commerciali sul nome del Acquirente che, a suo insindacabile giudizio, sconsiglino l’esecuzione o la prosecuzione del contratto; l’esercizio di tale facoltà non attribuisce al Acquirente alcun diritto al risarcimento di danni od altro.

Art. 10 Fatture

10.1 Il pagamento concordato in valuta straniera è dovuto nella stessa valuta.

10.2 In caso di svalutazione della moneta straniera le fatture saranno pagate in Euro ed i prezzi indicati nelle conferme d’ordine saranno convertiti in Euro al tasso medio di cambio della borsa di Milano del giorno della conferma dell’ordinativo.

Art. 11 Riserva di proprietà

11.1 La merce rimane di proprietà del Venditore fino al totale pagamento dei prodotti; fino a tale momento è fatto obbligo all’Acquirente di conservare i prodotti in qualità  di  possessore  fiduciario  del  Venditore  e  deve  custodire  i Prodotti adeguatamente immagazzinati, protetti e assicurati al fine di impedirne il deterioramento o danneggiamento.

11.2 L’Acquirente è autorizzato a rivendere tale merce secondo l’andamento stagionale del mercato fin tanto che egli rispetti puntualmente gli obblighi presi nei confronti del Venditore. Egli non potrà tuttavia cedere in pegno o in garanzia la merce sotto riservato dominio. Egli è tenuto a serbare i diritti del Venditore qualora dovesse vendere a credito la merce ancora soggetta al riservato dominio.

11.3 In caso di ritardo nel pagamento da parte dell’Acquirente, il Venditore è autorizzato, anche senza recedere dal contratto e senza porre un termine supplementare, a pretendere il reso immediato della merce sotto riservato dominio a spese dell’Acquirente.

11.4 L’Acquirente cede in garanzia fin da ora, ed il Venditore accetta, tutti i crediti e diritti risultanti dalla vendita della merce sulla quale il Venditore conserva la riserva di proprietà.

11.5 L’Acquirente è autorizzato a recuperare per conto del Venditore i crediti a quest’ultimo ceduti e a dargliene immediata comunicazione.

11.6 L’Acquirente deve informare immediatamente il Venditore circa le misure di esecuzione forzata promosse da terzi e concernenti la merce sotto riservato dominio o i crediti ceduti o le altre garanzie, trasmettendo al Venditore i documenti necessari per l’intervento. Ciò vale anche per altre misure pregiudizievoli.

11.7 Su richiesta dell’Acquirente il Venditore si impegna a liberare le garanzie di cui ai punti precedenti qualora il valore di tali garanzie superi i crediti del Venditore di oltre il 10%.

Art. 12 Accettazione delle condizioni generali di vendita

12.1 La sottoscrizione e/o l’invio dell’ordine implica l’accettazione senza riserva delle condizioni generali ad esso collegate.

Art. 13 Garanzie dell’Acquirente

13.1 Nel caso di diminuzione della solvibilità dell’Acquirente, anche nell’ipotesi di parziale esecuzione dell’ordine, il Venditore si riserva il diritto di richiedere ulteriori idonee garanzie ritenute necessarie per la parte dell’ordine non ancora eseguito. Il rifiuto da parte dell’Acquirente di fornire tali garanzie fa sorgere in capo al Venditore il diritto di annullare l’ordine, in tutto o in parte.

Art. 14 Caparra

14.1 Nel caso in cui l’Acquirente abbia versato a titolo di caparra una parte del prezzo totale dovuto e, successivamente, non abbia provveduto al ritiro della merce nei termini stabiliti, o abbia annullato l’ordine, tale caparra non sarà più ripetibile e verrà definitivamente trattenuta dal Venditore a titolo di caparra penale (art.1382 codice civile) oltre il diritto al risarcimento del danno ulteriore.

Art. 15 Proprietà intellettuale

15.1 L’Acquirente   riconosce   espressamente   che   i   marchi,   nomi   di commercio   o   altri   segni   distintivi   apposti   sulla   merce   sono   di esclusiva   proprietà   del Venditore e non   possono   essere   alterati, modificati,  rimossi  o  cancellati  in  qualsiasi  modo.

Art. 16 Tutela dei dati personali

16.1 I dati personali conferiti ai fini dell’esecuzione del presente Contratto saranno oggetto di trattamento informatico o manuale da parte dei contraenti nel rispetto di quanto previsto dal D.lgs. 30 giugno 2003 n. 196, e del G.D.P.R. di cui al Regolamento UE n. 2016/679, esclusivamente per le finalità connesse all’esecuzione del presente Contratto.

Art. 17 Legge applicabile

17.1 Il presente contratto è regolato dalla legge italiana.

Art. 18 Lingua ufficiale

18.1 La lingua italiana è l’unica lingua ufficiale del contratto.

Art. 19 Foro competente

19.1 Per qualunque controversia derivante dal presente contratto, o collegata allo stesso, nessuna esclusa od eccettuata, sarà esclusivamente competente il Foro di Trani.

Scroll To Top