Skip to content

PEZZOL è il partner ideale in luoghi di lavoro sensibili alla elettricità

Per le persone che lavorano nel campo della micro-elettronica o della tecnologia ad alta frequenza, oltre all'assoluta pulizia, è importante  preservare i materiali egli strumenti di lavoro dalle cariche elettrostatiche. Ciò è particolarmente importante nella lavorazione dei semiconduttori, nell'industria automobilistica, nei laboratori di ricerca fisica e nel settore elettromedicale. Questo è il motivo per cui tecnici e ingegneri esperti si affidano alle scarpe antinfortunistiche ESD PEZZOL.

ESD = Electro Static Discharge

Le scarpe di sicurezza ESD PEZZOL garantiscono una scarica continua e non rilevabile da chi le indossa (attenzione: la gamma ESD non ha un effetto isolante!). Ciò che contraddistingue visivamente questa peculiarità sulle calzature da lavoro PEZZOL è il simbolo ESD: circolare, giallo con la mano in un triangolo nero.

 

Perché il corpo umano si carica elettricamente?

L’accumulo di cariche elettrostatiche è un fenomeno fisico legato alle forze di attrito. Il fenomeno presente nel quotidiano è riscontrabile grazie a semplici esperimenti: per esempio se sfreghiamo un palloncino su un tessuto e lo avviciniamo ai capelli questi si “rizzano”. Tale situazione è analoga allo sfregamento delle fibre sintetiche nei vestiti contro il sedile dell'auto, in questo caso le cariche rimangono addosso al conducente poiché non è possibile alcuna scarica con l'auto (essa rappresenta una gabbia di Faraday, poiché pneumatici di gomma isolano la struttura conduttiva della macchina dal terreno), si crea una differenza di tensione tra conducente ed ambiente che aumenta con lo sfregamento. Solo all'uscita dall'auto, il guidatore viene "messo a terra" mentre tocca il metallo della macchina e la strada, pertanto la tensione accumulata dal corpo viene scaricata rapidamente e violentemente. Il fenomeno è simile a quello di un fulmine che si scaglia su un edificio o su albero della terra, ma saranno differenti i valori di tensione scaricata. I fulmini possono causare gravi danni come accade durante i temporali, dove piccole gocce d'acqua e cristalli di ghiaccio sono portati verso l'alto dai cambiamenti termici. Le particelle si sfregano l'una contro l'altra e si scambiano carica sotto forma di elettroni. Quando la tensione nella nuvola diventa troppo alta, si scarica attraverso l'aria fino alla terra. La forma nota di tale scarica di elettricità sono i fulmini.

 

Similmente il corpo umano si "carica" quando camminiamo o quando, indossando abiti con fibre sintetiche, ci alziamo dai posti a sedere: esattamente come le nuvole, queste cariche vengono accumulate in maniera rapida. Queste scariche, per il loro potenziale, possono causare danni ai componenti microelettronici, poiché in proporzione alle dimensioni del componente, l'energia di una scarica in un semiconduttore equivale all'energia di un fulmine su un albero.

 

 

Formazione della carica elettrostatica
Basi fisiche

Carica elettrica - portatori di carica

Il modello atomico di Bohr descrive la carica del nucleo atomico come positiva e la carica degli elettroni come negativa. La carica elementare positiva del nucleo atomico equivale al numero di cariche negative (elettroni) che orbitano attorno al nucleo, rendendo di fatto l’atomo elettricamente bilanciato e quindi neutro verso l’esterno.

 

 

Se un atomo perde elettroni, esso avrà un eccesso di cariche positive rispetto a quelle negative. Pertanto eserciterà un effetto elettrico verso l'esterno attirando cariche negative.

 

 

Se un atomo acquisisce elettroni, esso si carica negativamente e attira cariche positive.

 

 

Gli atomi o i gruppi atomici caricati positivamente o negativamente sono chiamati ioni.

Carica di contatto

Per caricare elettricamente un corpo (umano o materiale), le cariche devono essere separate. Ciò richiede un primo contatto fra i corpi con l’accumulo e la distribuzione delle cariche, e la successiva separazione dei materiali caricati. Il contatto delle superfici dei materiali deve essere tale che gli elettroni possano passare da un materiale all'altro generando due corpi carichi. I parametri determinanti per il valore potenziale della carica rimanente sono il tasso di separazione e le proprietà intrinseche del materiale.

A queste si aggiungono le caratteristiche secondarie (ma non meno importanti) quali: la rugosità superficiale, la geometria della superficie e l’umidità che influiscono sul valore di carica rimanente. Altre variabili includono la resistenza superficiale, che dipende dall'umidità e dalla contaminazione da sostanze estranee

 

 

Carica delle persone

La carica del corpo umano si verifica quando si cammina, attraverso l'attrito degli indumenti, quando ci si cambia d'abito, mediante i movimenti sul posto di lavoro, quando ci si alza dalle sedie, quando si maneggiano materie plastiche.

Fattori influenzanti

Le condizioni ideali per evitare il caricamento elettrostatico sono gli ambienti privi di polvere, con clima neutro e a bassa umidità. Questi e altri fattori possono avere un impatto significativo sulle prestazioni delle scarpe PEZZOL ESD. È sempre necessario utilizzare solo solette certificate insieme alle scarpe antinfortunistiche PEZZOL per avere la massima protezione.

Va inoltre notato che eventuali modifiche esterne alla scarpa (ad esempio inserti, flessione, sporco e umidità) possono influire negativamente sulla funzione protettiva delle scarpe e perciò si richiedere un controllo della scarpa ESD, appunto per garantire che le sue caratteristiche di antistaticità vengano mantenute.

  • Calzini, soletti ortopedici o sottopiedi classici non devono influire negativamente sulla resistenza elettrica
  • Polvere
  • Clima - Temperatura
  • Clima - Umidità
  • Tipo di pavimento (epossidico - Magnesit - ecc.)

Avvertenze

Si consiglia vivamente un'ispezione in loco da parte di un esperto di sicurezza.

Attenzione

Le scarpe antistatiche e ESD non offrono una protezione garantita contro le scosse elettriche. Inoltre fattori quali: clima interno, grado di pulizia, tipo di pavimentazione, resistenza elettrica intrinseca dei componenti e degli apparecchi utilizzati sul luogo di lavoro, oltre che l’usura delle calzature, possono modificare le effettive condizioni antistatiche. Pertanto con le scarpe di sicurezza PEZZOL ESD si raccomanda di lavorare in condizioni climatiche regolari, ambienti dalla pulizia rigorosa e postazioni di lavoro ottimizzate ESD per garantire la totale sicurezza contro la formazione di scariche indesiderate.

Test scientifici dimostrano che la maggior parte delle persone non è a conoscenza degli effetti di una scarica spontanea nell'area tecnica: mentre 3000 Volt di tensione sul corpo comporteranno una scossa elettrica fatale, per danneggiare un disco magnetico sono necessari solo 100 Volt e bastano solo 50 Volt per generare scintilla che potrebbe infiammare un gas o polveri molto fini.

Pavimento ESD

Le calzature dissipative causano una riduzione della carica elettrostatica sui pavimenti normali, una protezione sicura è garantita solo in relazione a un pavimento conduttivo.

Tutti i sistemi di pavimentazione sono costituiti da uno strato di vernice base, composto livellante, strato conduttivo intermedio e strato conduttivo superiore. Differiscono principalmente nella composizione del materiale dello strato superiore, nello spessore dello strato e nell'esecuzione della tecnologia di posa.

 

Le calzature dissipative devono anche essere testate insieme al pavimento, se la tensione durante l’alternarsi dei passi rimane inferiore ai 100 V <1 sec, è possibile derivare il potenziale tra utilizzatore e pavimento (test di camminata secondo ISO 61340-4-5).

 

PEZZOL è il partner ideale in luoghi di lavoro sensibili alla elettricità

Per le persone che lavorano nel campo della micro-elettronica o della tecnologia ad alta frequenza, oltre all'assoluta pulizia, è importante  preservare i materiali egli strumenti di lavoro dalle cariche elettrostatiche. Ciò è particolarmente importante nella lavorazione dei semiconduttori, nell'industria automobilistica, nei laboratori di ricerca fisica e nel settore elettromedicale. Questo è il motivo per cui tecnici e ingegneri esperti si affidano alle scarpe antinfortunistiche ESD PEZZOL.

ESD = Electro Static Discharge

Le scarpe di sicurezza ESD PEZZOL garantiscono una scarica continua e non rilevabile da chi le indossa (attenzione: la gamma ESD non ha un effetto isolante!). Ciò che contraddistingue visivamente questa peculiarità sulle calzature da lavoro PEZZOL è il simbolo ESD: circolare, giallo con la mano in un triangolo nero.

 

Perché il corpo umano si carica elettricamente?

L’accumulo di cariche elettrostatiche è un fenomeno fisico legato alle forze di attrito. Il fenomeno presente nel quotidiano è riscontrabile grazie a semplici esperimenti: per esempio se sfreghiamo un palloncino su un tessuto e lo avviciniamo ai capelli questi si “rizzano”. Tale situazione è analoga allo sfregamento delle fibre sintetiche nei vestiti contro il sedile dell'auto, in questo caso le cariche rimangono addosso al conducente poiché non è possibile alcuna scarica con l'auto (essa rappresenta una gabbia di Faraday, poiché pneumatici di gomma isolano la struttura conduttiva della macchina dal terreno), si crea una differenza di tensione tra conducente ed ambiente che aumenta con lo sfregamento. Solo all'uscita dall'auto, il guidatore viene "messo a terra" mentre tocca il metallo della macchina e la strada, pertanto la tensione accumulata dal corpo viene scaricata rapidamente e violentemente. Il fenomeno è simile a quello di un fulmine che si scaglia su un edificio o su albero della terra, ma saranno differenti i valori di tensione scaricata. I fulmini possono causare gravi danni come accade durante i temporali, dove piccole gocce d'acqua e cristalli di ghiaccio sono portati verso l'alto dai cambiamenti termici. Le particelle si sfregano l'una contro l'altra e si scambiano carica sotto forma di elettroni. Quando la tensione nella nuvola diventa troppo alta, si scarica attraverso l'aria fino alla terra. La forma nota di tale scarica di elettricità sono i fulmini.

 

Similmente il corpo umano si "carica" quando camminiamo o quando, indossando abiti con fibre sintetiche, ci alziamo dai posti a sedere: esattamente come le nuvole, queste cariche vengono accumulate in maniera rapida. Queste scariche, per il loro potenziale, possono causare danni ai componenti microelettronici, poiché in proporzione alle dimensioni del componente, l'energia di una scarica in un semiconduttore equivale all'energia di un fulmine su un albero.

 

 

Formazione della carica elettrostatica
Basi fisiche

Carica elettrica - portatori di carica

Il modello atomico di Bohr descrive la carica del nucleo atomico come positiva e la carica degli elettroni come negativa. La carica elementare positiva del nucleo atomico equivale al numero di cariche negative (elettroni) che orbitano attorno al nucleo, rendendo di fatto l’atomo elettricamente bilanciato e quindi neutro verso l’esterno.

 

 

Se un atomo perde elettroni, esso avrà un eccesso di cariche positive rispetto a quelle negative. Pertanto eserciterà un effetto elettrico verso l'esterno attirando cariche negative.

 

 

Se un atomo acquisisce elettroni, esso si carica negativamente e attira cariche positive.

 

 

Gli atomi o i gruppi atomici caricati positivamente o negativamente sono chiamati ioni.

Carica di contatto

Per caricare elettricamente un corpo (umano o materiale), le cariche devono essere separate. Ciò richiede un primo contatto fra i corpi con l’accumulo e la distribuzione delle cariche, e la successiva separazione dei materiali caricati. Il contatto delle superfici dei materiali deve essere tale che gli elettroni possano passare da un materiale all'altro generando due corpi carichi. I parametri determinanti per il valore potenziale della carica rimanente sono il tasso di separazione e le proprietà intrinseche del materiale.

A queste si aggiungono le caratteristiche secondarie (ma non meno importanti) quali: la rugosità superficiale, la geometria della superficie e l’umidità che influiscono sul valore di carica rimanente. Altre variabili includono la resistenza superficiale, che dipende dall'umidità e dalla contaminazione da sostanze estranee

 

 

Carica delle persone

La carica del corpo umano si verifica quando si cammina, attraverso l'attrito degli indumenti, quando ci si cambia d'abito, mediante i movimenti sul posto di lavoro, quando ci si alza dalle sedie, quando si maneggiano materie plastiche.

Fattori influenzanti

Le condizioni ideali per evitare il caricamento elettrostatico sono gli ambienti privi di polvere, con clima neutro e a bassa umidità. Questi e altri fattori possono avere un impatto significativo sulle prestazioni delle scarpe PEZZOL ESD. È sempre necessario utilizzare solo solette certificate insieme alle scarpe antinfortunistiche PEZZOL per avere la massima protezione.

Va inoltre notato che eventuali modifiche esterne alla scarpa (ad esempio inserti, flessione, sporco e umidità) possono influire negativamente sulla funzione protettiva delle scarpe e perciò si richiedere un controllo della scarpa ESD, appunto per garantire che le sue caratteristiche di antistaticità vengano mantenute.

  • Calzini, soletti ortopedici o sottopiedi classici non devono influire negativamente sulla resistenza elettrica
  • Polvere
  • Clima - Temperatura
  • Clima - Umidità
  • Tipo di pavimento (epossidico - Magnesit - ecc.)

Avvertenze

Si consiglia vivamente un'ispezione in loco da parte di un esperto di sicurezza.

Attenzione

Le scarpe antistatiche e ESD non offrono una protezione garantita contro le scosse elettriche. Inoltre fattori quali: clima interno, grado di pulizia, tipo di pavimentazione, resistenza elettrica intrinseca dei componenti e degli apparecchi utilizzati sul luogo di lavoro, oltre che l’usura delle calzature, possono modificare le effettive condizioni antistatiche. Pertanto con le scarpe di sicurezza PEZZOL ESD si raccomanda di lavorare in condizioni climatiche regolari, ambienti dalla pulizia rigorosa e postazioni di lavoro ottimizzate ESD per garantire la totale sicurezza contro la formazione di scariche indesiderate.

Test scientifici dimostrano che la maggior parte delle persone non è a conoscenza degli effetti di una scarica spontanea nell'area tecnica: mentre 3000 Volt di tensione sul corpo comporteranno una scossa elettrica fatale, per danneggiare un disco magnetico sono necessari solo 100 Volt e bastano solo 50 Volt per generare scintilla che potrebbe infiammare un gas o polveri molto fini.

Pavimento ESD

Le calzature dissipative causano una riduzione della carica elettrostatica sui pavimenti normali, una protezione sicura è garantita solo in relazione a un pavimento conduttivo.

Tutti i sistemi di pavimentazione sono costituiti da uno strato di vernice base, composto livellante, strato conduttivo intermedio e strato conduttivo superiore. Differiscono principalmente nella composizione del materiale dello strato superiore, nello spessore dello strato e nell'esecuzione della tecnologia di posa.

 

Le calzature dissipative devono anche essere testate insieme al pavimento, se la tensione durante l’alternarsi dei passi rimane inferiore ai 100 V <1 sec, è possibile derivare il potenziale tra utilizzatore e pavimento (test di camminata secondo ISO 61340-4-5).

 

Scroll To Top